BLOG BINDA

Mostra contenuto corrente come feed RSS

Blog Binda


1 - 10 di 16 risultati
Pubblicato il da

LA CALCOLATRICE DA TAVOLO

CALCOLATRICE DA TAVOLO: GUIDA ALLA SCELTA

Quando pensi ad una calcolatrice pensi ad un dispositivo elettronico precisissimo, in grado di produrre calcoli esatti e rapidi.

Dopo più di quarant'anni quando la calcolatrice da tavolo era qualcosa di innovativo e insolito si è talmente diffusa che ad oggi è stata integrata nei personal computer, negli smartphone, nei tablet.

Se sei alla ricerca della calcolatrice da tavolo più adatta a te ce ne sono molte diverse e ciascuna risponde ad esigenze particolarti.
 
Con questo articolo ti aiuteremo a scegliere.
 
CALCOLATRICE DA TAVOLO
 
Spesso è leggera, compatta, portatile, ma ne esistono di modelli anche più di impatto.
Le sue funzioni sono quelle essenziali: somma, divisione, moltiplicazione, sottrazione, radice quadrata, percentuali e poco altro ancora.
 
Nei modelli più moderni può essere presente anche il convertitore di valuta.
Spesso sono alimentate ad energia solare, più di rado a batterie.
Sono comunissime, tutti ne abbiamo avuta una e i prezzi di queste calcolatrici sono davvero economici.
 
CALCOLATRICE_DA_TAVOLO
 
CALCOLATRICE DA TAVOLO SCIENTIFICA
 
La calcolatrice da tavolo scientifica va oltre e viene richiesta il più delle volte agli studenti in quanto sono molte le funzioni matematiche aggiuntive.
 
Sono ad esempio presenti le funzioni trigonometriche, logaritmiche, polinomiali, esponenziali e ancora altre.
 
Sono di norma più grandi rispetto alle calcolatrici di base e i modelli disponibili sono davvero vari.
Ci sono addirittura calcolatrici da tavolo scientifiche speciali per i calcoli finanziari o in grado di produrre grafici su richiesta. Il prezzo di queste calcolatrici è molto variabile in base alle funzionalità presenti.
 
 
CALCOLATRICE_SCIENTIFICA
 
CALCOLATRICE DA TAVOLO SCRIVENTE
 
E’ un accessorio must have che davvero non può mancare nei negozi e anche negli uffici contabili.
La sua utilità risiede nella possibilità di stampare in tempo reale il dettaglio dei calcoli effettuati, questo grazie al rullo di carta continua innestato sulla testa della calcolatrice.
Trattasi di calcolatrici dotate di funzioni matematiche anche molto avanzate e sono sicuramente i modelli più ingombranti e pesanti che abbiamo finora visto.
Vengono alimentate tramite cavo elettrico e i prezzi variano in base alla marca e alla qualità.
Al costo della macchina si deve aggiungere la spesa routinaria dei rulli di carta e testine scriventi termiche.
calcolatrice-scrivente-olivetti-summa-302-display-12-cifre
Nel frattempo ti sei fatto delle idee più chiare? Per maggiori informazioni sui modelli disponibili chiedi in negozio.
Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

I segreti che allungano la vita ai tuoi prodotti di cancelleria

LUNGA VITA ALLA CANCELLERIA E ALLE MACCHINE D'UFFICIO

In ufficio i prodotti di cancelleria e i macchinari come i distruggi documenti o stampanti vengono usati con intensa frequenza.

C'è sempre qualcuno che stampa, fotocopia, chi sta triturando un foglio nel distruggi-documenti e il collega che sta scrivendo o evidenziando un testo per esempio.

 

Come si fa quindi ad evitare di consumare eccessive quantità di prodotti da cancelleria?

Ecco qualche trucchetto per allungare la vita dei tuoi strumenti per l'ufficio:

 

1) Crea un angolo dedicato alla cancelleria e ben ordinato dove si rendono disponibili a tutti quelli che lavorano nell'ufficio quegli oggetti da cancelleria che possono essere usati da tutti o al contrario che si possono utilizzare raramente

 

151b45756a203c03abb818d7e804d034

 

 

2) Preferisci i blocchi spiralati: noterai infatti come i classici block notes si finisce per usarne solo il 50% dello spazio; un pò per comodità, un pò perchè le pagine rischiano maggiormente di staccarsi si tende a scrivere solo da un lato risultando quindi meno performanti

PO99663_0_pr

3) Converti tutte le stampe che non usi più o vecchi appunti dove c'è magari una facciata libera in un blocco appunti o in pagine per provare delle stampe senza consumare nuovi fogli

 

 

stampa_laser

 

 

4) Usa sempre la stessa penna fino ad esaurimento onde evitare di averne un set il cui inchiostro nel tempo può seccare

 

 

stampante-ricicla-fogli-di-carta

 

5) Parlando di stampa ti starai chiedendo come risparmiare sull'inchiostro della cartuccia. Cartucce e toner normalmente impattano sul costo della cancelleria:

- Per una questione legata ai costi le cartucce formato XL garantiscono un ottimo rapporto quantità/prezzo perchè contengono una maggiore quantità d'inchiostro

- E' utile scegliere di stampare in bianco e nero se si tratta di documenti non ufficiali 

- Spegnere la stampante quando non è in funzione. Oltre ad un risparmio questa buona abitudine protegge le cartucce evitando che l'inchiostro si secchi

- Stampa fino al totale esaurimento delle cartucce e non cambiarle al primo segnale di esaurimento che comunque consente ancora qualche altra stampa

- Effettua la pulizia delle testine regolarmente

Toner_Buffetti

 

6) Usa l'apposito olio o fogli lubrificanti per garantire alle lame del tuo distruggi documenti un taglio efficace al 100%

2101948-53058-by-rexel

 

 

7) Se ci sono prodotti che usi raramente prediligi piccoli formati: es. evidenziatori di piccolo formato o in alternativa quelli di lunga durata

stabilo-07-5-11-boss-mini-blister-da-5-evidenziatori-tratto-da-2-5mm-colori-assortiti

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

SPID: CHE COS'E'?

CHE COS'E' LO SPID, PERCHE' E' IMPORTANTE?

SPID (Sistema pubblico di identità digitale) è il sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online della Pubblica Amministrazione italiana e dei privati aderenti.

 

Il grande vantaggio dello SPID è che invece di avere un username e password per ogni sito della PA a cui accediamo avremo solo un codice identificativo, e cioè username e password dello SPID, col quale sarà possibile accedere da qualsiasi dispositivo, sia esso pc, smartphone o tablet.

 

L'identità SPID si ottiene facendone richiesta a uno degli identity provider (gestori di identità digitale), che è possibile scegliere liberamente fra quelli autorizzati dall'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID).

 

SPID: 3 livelli di sicurezza 

L'autenticazione SPID si declina in 3 livelli di sicurezza delle credenziali a seconda della tipologia di servizio:

 

  • il primo livello è il più semplice e si basa semplicemente su username e password
  • il secondo livello, che è quello minimo richiesto per avere i servizi forniti da INPS, oltre a username e password ad ogni accesso richiede anche un codice fornito via sms o app che viene generato al momento (la One Time Password), oppure l'accesso attraverso scansione del codice QR
  • il terzo livello invece prevede oltre ai sistemi precedenti anche l'utilizzo dei dispositivi di sicurezza fisici come ad esempio le Smart Card, che vengono fornite dal gestore dei servizi

Cosa Occorre per fare lo SPID?

Per fare lo SPID devi essere maggiorenne, devi fornire un indirizzo email, cellulare, carta di identità e tessera sanitaria valida.

 

Il procedimento di creazione è il seguente: 

1. Selezionare un fornitore di servizio

2. Scegliere Username e Password

3. Fase di riconoscimento: di persona o via webcam

 

Lo spid è gratuito, ma gli aspetti che variano da un fornitore all'altro sono:

  • livello di sicurezza dello SPID
  • tempi di rilascio dello SPID
  • modalità di riconoscimento offerta per l'attivazione dello SPID

Perchè lo SPID è così importante?

A partire dal 28 febbraio 2021 i cittadini potranno utilizzare lo SPID e la carta d'identità elettronica per accedere a tutti i servizi dell'amministrazione pubblica.

 

Prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, situazione contributiva, pratiche d'impresa...

In sintesi, qualsiasi servizio che richieda un'autenticazione sarà accessibile da pc, smartphone, tablet, con gli stessi username e password.

 

 

Con Buffetti puoi attivare FIRMAFACILE SPID: la tua identità digitale in un'unica soluzione.

 

Firmafacile-SPID-Buffetti

 

Il pacchetto/servizio prevede:

- SPID di livello 2 (Per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione con doppio sistema di sicurezza)

- Firma digitale (per firmare documenti elettronici a validità legale da PC, tablet e smartphone)

- PEC (per inviare e ricevere comunicazioni via email con lo stesso valore di una raccomandata AR)

Si attiva in 24 ore:

-  effettua il riconoscimento presso la nostra sede

- ricevi le credenziali via email o smartphone

- scarica la App dedicata (Apple Store o Google Play)

- inizia ad utilizzare la tua identità digitale 

- supporto tecnico telefonico

Chiedi informazioni in negozio oppure telefona al numero 0541/967829

 

 

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: FIRMA FACILE, SPID
Pubblicato il da

NASCITA DELL'EVIDENZIATORE

COM'E' NATO LO STABILO BOSS?

 

L'evidenziatore, uno degli oggetti che non può assolutamente mancare su ogni scrivania, è stato concepito solamente nel 1971. Quell'anno viene ideato STABILO BOSS, primo ed unico esemplare di evidenziatore.

 

L'idea nacque durante un viaggio negli USA. Era necessaria una penna speciale che permettesse di dare risalto alle informazioni più importanti contenute in un testo (verosimilmente redatto con macchina da scrivere).

 

L'innovazione oltre al discorso dell'inchiostro fluorescente, era la punta in feltro che permetteva di ottenere un tratto ben definito e chiaro.

 

Come per tutte le grandi invenzioni anche per la storia del famoso evidenziatore un evento rappresenta il momento di svolta fondamentale.

Nel caso dello STABILO BOSS fu uno scatto d'ira del signor Schwanhausser, questi preso da uno scatto di rabbia per l'ennesimo prototipo che non rispettava le sue direttive, tiro un forte pugno all'cggetto che si schiacciò, da qui prende l'ispirazione per la versione definitiva che è arrivata a noi fino ad oggi, dello STABILO BOSS.

623084-01-z

 

Una volta sul mercato l'evidenziatore, inutile dirlo riscosse fin da subito grande successo registrando elevatissimi volumi di vendita. Dagli uffici ai banchi di scuola, chiunque abbia la necessità di dare maggiore importanza ad alcuni concetti di un testo utilizza un evidenziatore.

 

Dalla creazione dello STABILO BOSS, prendono il via altre tipologie di evidenziatori:

  • ricaricabili
  • ampia gamma di colori
  • con impugnatura ergonomica, a forma di tubetto, tondeggianti
  • resistenti all'aria (resistono fino a 4 ore senza cappuccio grazie alla tecnologia dry-out)
  • per varie tipologie di carta
  • atossico a base d'acqua
  • a punta grossa o a punta fine
  • marche alternative
Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

QUANTO E' IMPORTANTE IL BIGLIETTO DA VISITA?

QUANTO E' IMPORTANTE IL BIGLIETTO DA VISITA?

 

Il biglietto da visita ha un'importanza fondamentale da non sottovalutare, sono molte le aziende che curano nel minimo dettaglio questo genere di particolari.

 

In molti casi è l'attenzione al biglietto da visita che potrebbe rivelarsi una carta vincente.

 

 

Sono tanti i casi nei quali il biglietto da visita può giocare un ruolo importante.

contact-2860030_1920

 

Ad esempio dopo un meeting o al termine di una grande conferenza ciascuno di noi torna a casa con un pesante mazzetto di business cards che spesso non hanno un vero e proprio riscontro "fotografico" nel senso che non a tutti i biglietti da visita corrisponde un volto e anche se ci fosse stato un incontro vero e proprio di persona, sappiamo che spesso le decisioni si rimandano, vengono pensate mille altre possibilità e dopo tanto tempo si rimane con il solito mucchietto di anonimi biglietti da visita tra cui scegliere.

 

Ogni volta che ti capita di dover scegliere un fornitore all'interno di un ampia gamma di persone con le quali hai semplicemente scambiato due chiacchere e un biglietto da visita anche tu trovi nella stessa condizione.

 

Inizi a dare un'occhiata a grandi linee ai primi biglietti da visita che ti capitano tra le mani, leggi: nome dell'azienda e nome della persona, lo giri alla ricerca di qualche informazione aggiuntiva che possa colpirti o convincerti. Se non trovi nulla accantoni il tutto finchè non ti capita per le mani il biglietto da visita che fa per te, magari ha una forma diversa dal solito, ha la carta patinata ma è diversa da quelle comuni e la sensazione al tatto è piacevole e i colori? sono ricercati e creano un effetto brillante.

Colpito da quel biglietto da visita tanto curato ed originale lo sceglierai sicuramente perchè spiccherà da quel mucchio anonimo di business card.

 

Ecco che quindi creare biglietti da visita originali ed unici potrebbe non essere un'idea da scartare anzi.

 

Cartolibreria Binda effettua per te questo servizio: ti aiuta a creare un bigliettino da visita partendo da 0.

 

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

GUIDA ALLE COLLE

COLLE PER OGNI USO E ABITUDINE

I tipi di colla esistenti in commercio sono molti; esiste un tipo di colla adatto a soddisfare qualsiasi esigenza.

Questa mini guida vuole essere un aiuto ad orientarti nel mondo delle colle e scegliere quella giusta per il tipo di lavoro che devi eseguire.

Prima di applicare qualsiasi collo bisogna assicurarsi che la superficie dal incollare sia ben pulita ed asciutta

Devi prestare attenzione anche alle dita che potrebbero lasciare un impronta grassa che comprometterebbe tutto il lavoro.

 

Ma vediamo di elencare le caratteristiche per ciascun tipo di colla:

  • Colla vinilica: è una delle colle forse più usate perchè ha un ampio impiego. Può essere diluita con acqua e incolla dal legno alla carta 

​     Colla_vinilica

  • Colla liquida trasparente: è una resina sintetica con cui si possono incollare cartoncini o perlomeno materiali flessibili come ad esempio la pelle. Questo genere di colla va applicato direttamente dal tubetto su entrambe le superfici da unire. Si rende necessario aspettare qualche minuto che si indurisca e poi fare pressione per unire le due parti.

     Colla_liquida

  • Supercolla: è una resina liquida e trasparente che ha il potere di fare presa in pochissimi secondi. E' necessario metterla solo su una delle due superfici da incollare. Può incollare dal metallo, alla ceramica, al vetro.

Supercolle

 

 

  • Colla sigillante: è un tipo di colla a base di siliconi con grande potere di riempimento. Incolla e sigilla

Colla_sigillante

  • Colla a caldo: viene applicata per mezzo di una speciale pistola dotata di resistenze interne e solitamente si trova sottoforma di stick solidi. Ha bisogno di tempo per asciugare ma ha una presa molto forte 

 

Colla_a_caldo

 

 

 

Non esistono soltanto tipi di colle diverse ma anche moltissimi formati differenti:

  • Colla stick: è il classico formato che si usa a casa, a scuola o in ufficio. Si tratta del conosciutissimo bastoncino a scatto o a vite. Le più moderne versioni sono lavabili e atossiche.
  • Colla in tubetto: è un altro tra i formati classici di colla. E' dotata di beccuccio che consente di applicare la colla in uno strato più o meno sottile a seconda delle necessità.
  • Colla a penna: è un formato di colla adatto per la colla liquida dotato di un comodo dosatore a forma di penna che consente di cospargere la colla
  • Colla spray: è un adesivo spray studiato specificatamente per incollaggi veloci. E' trasparente e nel tempo non scolora, ne passa attraverso il materiale incollato
  • Colla a nastro: ha un formato simile a quello dei correttori o bianchetti a nastro. E' adatto per quei casi che richiedono particolare precisione.

Ti è stata utile questa guida? ora tocca a te scegliere la colla.

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: COLLE, SUPERCOLLE, VINAVIL
Pubblicato il da

VALIGETTA PRONTO SOCCORSO PER TUTTI!

VALIGETTA PRONTO SOCCORSO PER TUTTI !!!!

La sicurezza in ufficio o sul posto di lavoro dovrebbe essere un argomento di grande rilievo e conosciuta da tutti, ma forse non tutti sanno che la valigetta di primo soccorso (quella che contiene tutte le medicazioni più urgenti) è tassativamente obbligatoria in tutti i luoghi di lavoro indipendentemente dalla dimensione dell'azienda e da quello di cui si occupa.

Valigetta_primo_soccorso

La legge che illustra questo obbligo è il decreto 338 del 2003 che suddivide tutte le aziende in 3 macro gruppi a seconda dei seguenti fattori:

a) A seconda dei fattori di rischio aziendale

b) Del numero dei dipendenti

 

Gruppo A

  • Centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, estrazioni di minerali, lavori sotteranei, fabbriche di esplosivi, polveri e munizioni
  • Aziende con oltre 5 lavoratori appartenenti ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico superiore a 4 o facenti parte  del comparto agricoltura.

Gruppo B

  • Aziende con 3 o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A 

Gruppo C

  • Aziende con meno di 3 lavoratori che non rientrano nel gruppo A

I gruppi A e B devono provare a dotare i loro luoghi con la valigetta nella loro versione più completa.

 

Il decreto oltre ad elencare in modo esatto quello che deve essere il contenuto della cassetta segnala inoltre che essa va collocata in "posizione facilmente accessibile e ben segnalata" in modo da facilitare le operazioni di primo soccorso.

 

Quindi, quando la zona destinata alla cassetta viene allestita non dimenticare di posizionare l'apposito cartello per segnalare la presenza della "Cassetta di pronto soccorso".

 

Va inoltre predisposto un mezzo di comunicazione adatto a contattare in modo rapido il Servizio di Emergenza Sanitario Nazionale.

 

Anche il gruppo C deve garantire la presenza di un kit di medicazione base da tenere presso ogni luogo di lavoro, opportunamente segnalato e facile da raggiungere e nelle vicinanze un mezzo di comunicazione adatto a comunicare le emergenze.

 

Se preferisci inserire una postazione fissa invece della valigetta potete optare per la versione armadietto a muro.

Armadietto_medicazione

 

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

REGISTRATORE TELEMATICO E AGGIORNAMENTI

DURATA DI UN REGISTRATORE TELEMATICO E AGGIORNAMENTI PER ESSERE A NORMA CON L'AGENZIA DELLE ENTRATE

 

L'Agenzia delle Entrate ha introdotto delle novità: a partire dal 1° Gennaio 2021 con la definitiva entrata in vigore dell'obbligo di invio dei corrispettivi telematici e il termine di regime transitorio tutti i soggetti tenuti all'emissione di scontrino o ricevuta fiscale per cessione di beni o prestazioni di servizi nei confronti di utenti finali dovranno inviare all'Agenzia delle Entrate giornalmente ed in forma elettronica i corrispettivi rilevati secondo il nuovo tracciato XML 7.0.

Scontrino-telematico_02


Per far fronte a tali nuovi obblighi si rende necessario l'adeguamento del Registratore Telematico con le funzionalità di formazione ed invio telematico del file secondo i nuovi tracciati e questo richiede un'aggiornamento del firmware della macchina consentito ai tecnici abilitati.


Per tutti i forfettari o liberi professionisti, Buffetti ha pensato al prodotto “Qui fattura Basic” in questo modo si potranno gestire tutte le fatture, stamparle in PDF e creare gli XML, questo modulo non prevede la firma digitale del file XML e l'invio allo SDI per cui si renderà necessario avvalersi del commercialista o di  un'entità esterna per poter portare a termine l'invio e ottemperare agli obblighi di legge se sei un soggetto obbligato alla fatturazione elettronica.


Inoltre, chi ha già avuto un Misuratore Fiscale sa perfettamente che dopo un certo numero di anni va sostituito a causa dell'esaurimento della memoria fiscale.
La memoria fiscale è appunto un dispositivo di memorizzazione indelebile degli importi totali delle chiusure giornaliere, richiesto dall'Agenzia delle Entrate.

 

E' all'interno della cassa protetta dal sigillo fiscale ed è parte integrante della scocca del registratore pertanto non può essere separata dalla cassa. Di conseguenza una volta finita la memoria fiscale anche la cassa diventa inutilizzabile.


In realtà si potrebbe sostituire anche la memoria fiscale ma ciò comporta una reimmatricolazione della cassa con costi e tempi di fermo macchina che ne invalidano totalmente la convenienza economica e pratica.


Per meglio valutare economicamente questo dato quando si acquista un nuovo RT, bisogna farsi dire da chi ve lo vende quante chiusure contiene la memoria fiscale di quel modello e tradurre questo dato in anni di utilizzo.


Prendendo un'esempio pratico sui Misuratori fiscali e vediamo cosa cambia per i nuovi RT: ammettiamo che una cassa abbia una memoria fiscale pari a 2400 azzeramenti, ipotizziamo che l'attività resti aperta 6 giorni alla settimana e sia chiuso per ferie 3 settimane all'anno.


Il conteggio è presto fatto: 6 giorni X 49 settimane lavorative fanno 294 chiusure all'anno, 2400 azzeramenti di memoria fiscale diviso 294 all'anno= durata 8 anni circa


Come si può ben capire a parità di prezzo la maggior durata fiscale fa la differenza ottimizzando l'investimento nel tempo del modello che si acquista.

 

Per maggiori informazioni sui registratori telematici, adeguamenti e sul prodotto Buffetti “Qui fattura basic” contattaci al numero 0541/967829

o via email: cartolibreriabinda@libero.it

 

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

SMART WORKING: PER UNA POSTAZIONE PIU' FUNZIONALE

SMART WORKING: GUIDA PER CREARE UNA POSTAZIONE DI LAVORO CONFORTEVOLE E FUNZIONALE

Sei un lavoratore dipendente e la tua azienda ti ha concesso lo smartworking alla luce del recente decreto che incentiva il lavoro agile? O sei un freelance che lavora spesso da casa?

 

L'errore che fanno in molti è quello di non organizzare la postazione di lavoro: si siedono in cucina o sala da pranzo, sul divano...Ti riconosci in questa descrizione?

 

Se si vuole lavorare massimizzando l'ottimizzazione e la funzionalità anche in questo frangente e soprattutto per essere preparati ad eventuali call, riunioni a distanza è consigliabile organizzare un proprio spazio di lavoro anche con una postazione di lavoro semplice, ma funzionale.

 

Da dove partire? Ritagliati uno spazio ad hoc che la tua scrivania sia in soggiorno o in cameretta poco importa, l'importante è che quei mq siano destinati esclusivamente allo smartworking.

 

Scegli quindi un piano di lavoro largo 60 cm, concentrati il più possibile sullo spazio, ma rendi la tua postazione anche il  più comoda possibile con una sedia ergonomica (guarda le nostre sedie> click qui) che rispetti la fisiologia della tua schiena, come fare poi con quei fastidiosi crampi che ti vengono perchè mantieni sempre la stessa posizione? Puoi risolvere con un poggiapiedi che favorisce la circolazione (nel nostro negozio trovi diversi modelli disponibili).

 

Sedie_ergonomiche_banner

 

Poggiapiedi

Un'occhio andrebbe dato anche agli accessori: un mouse e una tastiera ti occorreranno nel caso tu abbia un computer da tavolo, infine per preventire torcicolli e rigidità muscolare i ipotranno sicuramente interessarti supporti per portatili o per monitor (che troverai all'interno del nostro negozio).

Set_mouse_e_tastiera

Supporti_e_monitor

 

 Ti occorreranno inoltre una buona webcam se non ce l'hai già incorporata nel tuo computer e un paio di cuffie per gestire al meglio le tue call d'ufficio (attrezzature che trovi in vendita nel nostro negozio)

Webcam_altoparlanti_e_cuffie_2

E quando avrai finito: niente metro da prendere, auto o treno per tornare a casa perchè ci sarai già! Potrai organizzarti facilmente per andare a correre o farti un giro in bici o quello che ti andrà di fare impiegando e ottimizzando al meglio il tuo tempo.

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

COME SCEGLIERE L'AGENDA?

L'ANNO NUOVO SI AVVICINA: UNA BREVE GUIDA PER AIUTARVI NELLA SCELTA DELL'AGENDA

 

Sembra un'utopia che ancora oggi dove dominano smartphone e tablet c'è chi ancora sceglie con piacere di acquistare un'agenda cartacea.

 

Agenda_blog

 

Perchè l'agenda è un must have, un'oggetto senza tempo e sempre valido?

 

Il planner è uno strumento utile per organizzare, gestire e pianificare (con la parola inglese viene meglio evidenziata questa caratteristica) il tempo a disposizione ed aiuta quindi ad essere più produttivi ma non è la soluzione a tutti i problemi. In ogni caso la maggior parte delle volte aiuta a raggiungere la soluzione più rapida.

 

Altresì scrivere con carta e penna oltre ad essere la soluzione più immediata quando si è per esempio al telefono stimola la creatività, quindi non solo appunti e numeri di telefono ma disegni e schizzi.

 

agenda2

 

Ti ho convinto?

 

E' chiaro che non esiste un sistema di pianificazione perfetto per tutti perchè ognuno ha le sue esigenze che si diversificano da una persona all'altra e sono in continua evoluzione.

 

Per poter fare una buona scelta è prima importante fare delle riflessioni: pensa a cosa ti deve servire l'agenda o pianificatore, fatti un'idea di cosa ci vorrai scrivere; devi prendere degli appunti da memorizzare e averli sempre a portata di mano o devi gestire solamente degli appuntamenti? Devi controllare le finanze? ti serve per rimanere motivato nella routine giornaliera casalinga e vuoi seguire gli impegni per i figli, le commissioni, pulizie e spesa?

 

Quindi vediamo insieme le caratteristiche da osservare in un'agenda per fare una scelta corretta:

 

- dimensioni: per scegliere l'agenda della giusta grandezza è importante considerare dove e quando questa verrà utilizzata e soprattutto quanto spazio gli sarà dedicato. La porterai con te nella borsa/valigia da lavoro o la lascerai appoggiata ad una scrivania o sul tavolo della cucina?

 

- formato: la scelta può ricadere sulle agende con una pagina dedicata alla giornata (giornaliera) oppure su quella che raccoglie tutta la settimana in sole 2 pagine (agenda settimanale)

 

- design/stile: rilegata o un'organizzer ad anelli? valuta se nel tempo avrai bisogno di togliere alcuni fogli o no. Inoltre lo stile dell'agenda può variare da quelle più comuni a quelle delle grandi marche e possono accontentare veramente tutti:

 

Agenda classica: ha pagine spaziose per ogni giorno ottima per registrare gli appuntamenti ed avere uno spazio anche per appunti aggiuntivi è semplice da consultare anche se più difficoltoso gestire indirizzi e numeri di telefono

 

Agenda organizzer:  è uno strumento abbastanza moderno più orientato ad un uso personale che consente di conservare efficientemente appuntamenti e numeri di telefono. E' ottima per pianificare gli impegni ma offre poco spazio per potenziali appunti.

agenda3

Come vedi le caratteristiche da guardare per fare una buona scelta che ti renda soddisfatto/a nel tempo sono diverse, cosa aspetti ? scegli l'agenda giusta per te.

 

 

Leggi tutto il messaggio
1 - 10 di 16 risultati